vita vera

Segui la ricetta.

Fare il brasato al barolo è semplicissimo, ti basta avere tanto tempo.

A me il brasato piace tantissimo, allora una sera ho voluto prepararlo ai miei amici. Era la prima volta che lo facevo, e volevo impressionarli, ché di solito sono sempre li a prendere per il culo quando si cucina per loro. No, dai, non è che sono stronzi. Si fa per ridere. Siamo amici da tantissimi anni, ma veramente tanti per quanti ne abbiamo, e ogni tanto ci troviamo a cena tutti assieme. E andiamo sempre a casa di una, che cucina molto bene. Ma tanto bene. Solo che poi giustamente ci fa notare che siamo sempre da lei, e allora “va bene dai, la prossima volta la facciamo da me, sta benedetta cena” dice qualcuno. Poi si finisce a casa di quel qualcuno a mangiare una pizza da asporto, due uova con le acciughe o tre tramezzini presi in rosticceria. Che va anche bene, per carità, è la compagnia che conta, per quello si va a cena assieme. Se era per il cibo andavo in ristorante.

Allora l’ultima volta che abbiamo fatto questa cena con questi amici, eravamo da me, e io volevo impressionarli. Così giorni prima a decidere il menù, parlare con le mie colleghe di ricette, fare spese e scrivere liste per arrivare a cena con una gran cena, una che li stupisse. Alla fine, come seconda portata, ho deciso di fare il brasato al barolo, appunto, e il giorno prima vado, compro un bel pezzo di carne e le verdure, arrivo a casa e tagliuzzo, sminuzzo, scelgo le spezie, metto a bagno la carne con vino e verdure e buona notte. Torno dopo dodici e passa ore a casa, tiro fuori il mio bel pezzo di carne dal vino, seguo i consigli che mi hanno dato e le ricette che ho letto. Ho ben chiaro in testa il risultato che voglio, e so a memoria tutti i passi per raggiungerlo. Ho una tabella di marcia stampata in mente, la recito come un rosario. Mi sento un bravo cuoco, perché più vado avanti più mi convinco che sta riuscendo come doveva riuscire. Sono soddisfatto perché quello che c’è in pentola è la materializzazione della mia idea di brasato. È tutto perfetto, e mentre cucino penso che alla fine è pure facile come ricetta, è semplicissimo, ti basta tanto tempo.

E il barolo.

Perché col cabernet, costa meno. Ma non è la stessa cosa.

Standard

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>